lunedì 11 gennaio 2016

AWAITING THE GREAT COLLAPSE - Jack D'Amico Piano Solo


Far parte di una comunità permette di avere il privilegio di ascoltare registrazioni che ancora non hanno trovato una definitiva collocazione discografica. Sono occasioni per interrogarsi sui principi per cui qualcosa esiste solo se attraversa una fase produttiva, appartenendo ad un ciclo commerciale predefinito. Ascoltare questo lavoro è un privilegio dunque. Ma non solo perchè possiamo goderne per ora in molto pochi, ma anche perchè le scelte che stanno dietro a questo lavoro sono tutto quello che ci si aspetterebbe da un approccio di ricerca artistica.
Un' unica traccia di 47 minuti di musica completamente improvvisata in cui il pianoforte attraverso varie tecniche estese diviene una macchina del tempo capace di raccontare le varie fasi di sviluppo del pensiero artistico contemporaneo. E' un lavoro scevro da virtuosismi tradizionali ma che nella sua interezza è prova di un coraggio con pochi eguali. Un percorso individuale in cui è esaltante lo scalfire la materia sonora. Un approccio plastico alle combinazioni di suoni, timbri e colori del pianoforte. C'è forma e molta sostanza , e nessun abbandono estatico, c'è controllo delle strutture e dei materiali, il tutto in maniera tanto radicale che la percezione è che ci si possa aspettare il collasso di cui parla il titolo dietro ogni angolo di silenzio. Invece la strada è lunga e  quasi come monito sta lì ad aprirsi in nuovi sentieri, rigenerandosi da grumi di accordi lasciati sulla tastiera in modo pacato con pregevole controllo delle dinamiche e con forte emozione.
Ecco un altro privilegio. Ascoltare l'emozione di chi suona, sentire il fremito del coraggio, il respiro che si ferma prima del grande salto.  Musica emozionante ed emozionata. Splendida.

Marco Colonna

State in contatto con Jack D'Amico. E aspettate l'occasione per godere della sua musica.

http://jack-damico.tumblr.com/



Nessun commento:

Posta un commento